La casa sull’albero

Buongiorno,

Oggi rimetto i piedini sul blog per mostrarvi gli ultimi lavori che sto svolgendo per una casina sull’albero, già…avete capito bene, una vera e propria casetta di legno di 12 mq, situata su di un albero, di solito queste cose le vedevo in televisione e mai avrei pensato che un giorno l’avrei arredata interamente per una bimba di nome Chloé, il colore dominante naturalmente è il rosa, ho dovuto selezionare il rosa giusto, fra le mille tonalità e poi pian pianino ho cominciato i vari restyling. Però devo ammettere che il vero protagonista non è il colore rosa ma, il tessuto, assolutamente fantastico e selezionato con gran cura dalla sottoscritta, è proprio per questo che sono ultra felice, ho centrato l’obbiettivo nonostante la difficoltà del colore abbinando tutto alla perfezione ed è un traguardo doppio perché loro andranno a Napoli!!!

Vi lascio con i lavori per Chloé!

Annunci

La burattinaia

La burattinaia è tornata…dopo quasi due settimane di assenza (eccomi qua). Sono impegnata anzi schiacciata dai mobili…lo spazio è sempre più ridotto nel mio buco…mi manca l’aria per respirare…comunque bando alle chiacchiere oggi vi mostro su che cosa sto lavorando, l’interno lo sto realizzando proprio in questo momento…Sta venendo un lavoro con i fiocchi!!! 

A presto Paola 



Si ritorna allo Shabby!!!

Come si dice il primo amore non si scorda mai…ogni tanto faccio un passo indietro e ritorno alle origini. Dove quello che sapevo fare era solo (shabbare). L’importante però è crescere, evolversi e dare sempre un tocco di cambiamento in ogni cosa che si realizza!!!! Vi lascio con un altro fantastico mobiletto (stile casa della nonna). 



Viva la follia

Oggi vi parlo di follia è grazie a lei che riesco a fare quello che faccio, mi da l’unicità, mi da la carica per affrontare i restyling…mi aiuta ad avere quelle (visioni) che accendono la scintilla per far partire la fiamma…mi fa avere sete…sì “sete” di imparare nuove cose, di cercare oggetti unici, mi da emozioni immense, mi aiuta ad azzardare e distinguermi…mi fa essere differente, mi fa uscire fuori dalla massa…mi fa firmare sempre grandi recuperi, ma soprattutto mi fa essere Maison des Souvenirs… e dopo questa intensa spiegazione adesso sapete che dietro il mio saper fare c’è una grande dose di follia!!
   
    
    
    
    
   

Per casa di Pina

Il lunedì che era un giorno di riposo è diventato lavorativo, non me lo posso permettere di stare ferma, con tutti i sacrifici fatti si deve lavorare senza sosta, era quello che volevo…volevo lavorare, volevo drogare le persone del mio “saper fare”, volevo entrare nelle case delle persone lasciando un marchio infallibile “maison des souvenirs”…pian pianino ci sto riuscendo, lui entrerà a casa di Pina!!

   
    
   

Zero tecniche…

…e tanta passione!!! Tutto quello che realizzo non è frutto di tecniche specifiche ma è solo il mio estro da autodidatta messo in pratica. Il risultato di questo progetto era fuori da ogni mia aspettativa. Questa “tolettina” era talmente bruttina che mi sono rifiutata di fare le foto del (prima). Non avevo nessuna voglia di mettere le mie manine su di lei (non mi ispirava proprio). Pero’ pian pianino mi son decisa ed in meno di mezza giornata e’ nata… Anzi diciamo resuscitata!!! È’ stata una bella soddisfazione vedere gli occhi della mia cliente “brillare”.

Paola.