Una bellissima esperienza!!

Eccomi qua, sono tornata da Napoli una settimana fa, con il cuore pieno di gioia per aver realizzato un sogno (anzi due) il mio e quello della piccola Chloè!!! Sono stati 12 giorni…lunghi, caldi, faticosi ma alla fine del percorso ho avuto quello che meritavo, questa casina è stata un trionfo! Mi hanno seguita in tantissimi ogni giorno si collegavano sui social per vedere gli aggiornamenti!!! È stato un lavoro memorabile!!! Vi lascio con le immagine!

La casa dei sogni!

Benvenuti nel fantastico mondo di Chloé!

Work completed!

Ed eccomi qua, con i lavori finiti per la casina sull’albero di Napoli!!! Una vagonata di rosa renderà questa casina assolutamente fatata!

In viaggio per Chloé!

La casa sull’albero

Buongiorno,

Oggi rimetto i piedini sul blog per mostrarvi gli ultimi lavori che sto svolgendo per una casina sull’albero, già…avete capito bene, una vera e propria casetta di legno di 12 mq, situata su di un albero, di solito queste cose le vedevo in televisione e mai avrei pensato che un giorno l’avrei arredata interamente per una bimba di nome Chloé, il colore dominante naturalmente è il rosa, ho dovuto selezionare il rosa giusto, fra le mille tonalità e poi pian pianino ho cominciato i vari restyling. Però devo ammettere che il vero protagonista non è il colore rosa ma, il tessuto, assolutamente fantastico e selezionato con gran cura dalla sottoscritta, è proprio per questo che sono ultra felice, ho centrato l’obbiettivo nonostante la difficoltà del colore abbinando tutto alla perfezione ed è un traguardo doppio perché loro andranno a Napoli!!!

Vi lascio con i lavori per Chloé!

Due grandi opere!!!

Buonasera, sono diventata assenteista sul blog…per fortuna il lavoro mi sta inglobando sempre più e mi rimane veramente complesso seguire tutto!!! “Però ci sono”, sto nel il mio laboratorio tutta sporca e indaffarata con un carico di cose da fare, felice e stanchissima sforno mobili come bignè alla crema e, non solo, il mio estro si sta spostando anche sulle pareti, adoro sperimentare perché mi da nuovi stimoli. Comunque, questa sera voglio presentarvi due lavori assolutamente ciclopici ed impegnativi è praticamente da Settembre che li sto accudendo (come una mamma fa con il suo bimbo) i pezzi si può dire che sono stati ricostruiti, avevano molti pezzi mancanti e l’impiallacciatura gonfia, per non parlare dei tarli. Pensavo non finisse più questa folle impresa e invece sono qui che scrivo per presentarveli…godetevi lo spettacolo, perché sono dei maestosi gioielli che brillano con una luce accecante (LA MIA)

P.s. Destinazione Capitale e…non finisce qui!!

Shop

Buonasera, eccomi con un paio di prodotti che potrete trovare sul mio e-commerce, insieme a loro sono presenti molte Novità!!!!

http//www.maisondessouvenirs.it

Travelling!!!

In partenza per casa di Sonia, questa valigia finirà sotto l’albero per un Natale evocativo e…ricco di significato!!!! Peccato non aver fotografato la valigia prima del restyling, vi assicuro che era in condizioni disastrose!!!

Momenti 

Momenti…momenti di pieno…momenti di fermo…momenti che ti fanno riflettere…momenti che non ti danno modo di respirare…momenti che ti riempiono il cuore…momenti che ti fanno disperare…tutti questi momenti formano una vita intera…e solo tu li puoi limare smussando il superfluo e scegliendo di tenerti la parte migliore!!! #bypaolafontana #maisondesouvenirs

Un bel finale 

E come tutte le favole che si rispettino c’è sempre (un bel lieto fine) che ti fa sognare… che ti  spezza il fiato, perchè carico di emozione. Questa è la mia favola, la favola di una persona che si è realizzata dal nulla e che, pian piano sgomitando  fra le tante si è saputa distinguere, curando i dettagli e riuscendo sempre ad essere innovativa… Vi lascio con questo bel finale!!!

   
    
    
    
    
 

Gli imprevisti..

Ieri mattina mi sono addentrata in questo recupero..parto tutta spavalda e mi dico: ma si, con mezza giornata me la cavo…dato che la Mia cliente voleva il piano in legno e le zampette “shabbyzzate”, mi son detta: ma che ci vuole. Non potete immaginare l’avvilimento,  doveva essere un gioco da ragazzi ed invece…è stata una vera odiessea. Non c’era verso la testa si rifiutava si “era spenta” ed io, inevitabilmente sono andata  in bomba perchè senza quella “non lavoro”…trenta mila prove ma nulla, anzi più provavo e più impazzivo!!! Alla fine dopo mille tentativi mi è ripartita “la fiaccola”…e per fortuna ci sono riuscita con il gran consenso della cliente, anche se non era così che l’aveva chiesto “pronto per casa di Annamaria”.

Paola